Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

UromiRNA per la diagnosi in vitro di tumore alla vescica

BiomarcatoriDiagnosi precoceFirma molecolare dei miRNATumore della vescica

Introduzione

Il tumore della vescica è uno dei tumori maligni del tratto urinario più frequenti dopo il tumore della prostata. Ad oggi non sono disponibili piani di screening per la diagnosi precoce di questo tumore. Inoltre, non si conoscono biomarcatori in grado di rilevare la comparsa di una recidiva o di predire in modo accurato la progressione della malattia, specialmente i suoi specifici sottotipi.

Caratteristiche Tecniche

I biomarcatori ritrovabili nei fluidi biologici facilmente accessibili, come l’urina, rappresentano un approccio non invasivo e promettente per migliorare l’accuratezza e superare gli svantaggi delle attuali strategie diagnostiche. Gli inventori di questa tecnologia hanno quindi definito una procedura, basata su tecniche di next-generation sequencing, per rilevare specifiche firme molecolari di miRNA urinario, che possono essere utilizzate per distinguere i casi di tumore della vescica dai controlli sani. Inoltre, tali firme molecolari sono in grado di distinguere i diversi sottotipi del tumore della vescica.

Possibili Applicazioni

  • Screening per il rilevamento del tumore della vescica.

Vantaggi

  • Metodo non invasivo e ripetibile più volte;
  • Consente di scegliere l’approccio di screening più adatto;
  • Previene trattamenti/biopsie non necessari;
  • Riduce i costi necessari per il monitoraggio dei pazienti con tumore alla vescica.