Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

Sistema di scoagulazione per circuiti extracorporei

aferesiCircuito extracorporeoDialisiSangueScoagulazione

Introduzione

Il contatto del sangue con superfici non biologiche provoca l’attivazione della cascata della coagulazione per cui qualsiasi trattamento extracorporeo del sangue richiede una terapia scoagulante. L’invenzione riguarda un sistema innovativo provvisto di resine a scambio ionico in grado di rimuovere il citrato dal sangue. Tale sistema garantisce una scoagulazione regionale di elevati flussi di sangue extracorporeo mediante l’infusione di citrato e previene la tossicità da accumulo sistemico di citrato.

Caratteristiche Tecniche

I sistemi per mantenere scoagulato il sangue nei circuiti extracorporei prevedono l’uso di anticoagulanti che, come l’eparina, che scoagulano tutto il sangue del paziente o che, come il citrato, infusi direttamente all’inizio del circuito, scoagulano solo il sangue extracorporeo. L’uso dell’eparina, avendo un effetto sistemico, aumenta il rischio di complicanze emorragiche; l’uso del citrato, avendo un effetto locale nel circuito extracorporeo, previene questa complicanza ma, avendo una clearance limitata, permette di scoagulare flussi di sangue non superiori a 200 mL/min, soglia oltrepassabile solo a scapito di una elevata tossicità sistemica. La soluzione innovativa presentata risolve queste problematiche attraverso l’introduzione di un circuito secondario dotato di una combinazione di resine a scambio ionico che rimuovono la maggior parte del citrato infuso. Tale sistema permette di scoagulare regionalmente elevati flussi di sangue extracorporei senza incorrere nelle complicanze legate all’accumulo sistemico del citrato.

Possibili Applicazioni

Trattamenti extracorporei sangue:

  • Rimozione CO2;
  • Dialisi;
  • Aferesi.

Vantaggi

  • Scoagulazione regionale di flussi di sangue extracorporei elevati (> 200 mL/min);
  • Riduzione effetti collaterali sistemici.