Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

PROTEINE CON ATTIVITA’ CARDIOPROTETTIVA

CardioprotezioneCardiovascolareFarmaci biologiciInfarto del miocardioinsufficienza cardiaca

Introduzione

L’invenzione riguarda la caratterizzazione di tre nuove proteine che esercitano una potente attività protettiva per le cellule cardiache dopo l’infarto del miocardio. Nessuno dei tre fattori è stato precedentemente identificato per l’attività nel sistema cardiovascolare. I tre fattori possono essere sviluppati come farmaci biologici ricombinanti da somministrare a pazienti con infarto del miocardio allo scopo di preservare la vitalità delle cellule muscolari cardiache e la funzione cardiaca dopo l’infarto.

Caratteristiche Tecniche

Attraverso una procedura altamente innovativa per la selezione funzionale diretta di fattori condotta in vivo, è stato testato un gran numero di molecole secrete al fine di valutare la loro capacità di esercitare effetti protettivi contro l’infarto del miocardio e di trovare potenziali indizi terapeutici. Lo screening in vivo di 1200 AAV codificanti per proteine ha identificato i 3 fattori con funzione cardioprotettiva che sono oggetto del brevetto. L’invenzione riguarda l’uso dei 3 fattori come medicinali, ad esempio nel contesto della terapia genica o attraverso la somministrazione come proteine ricombinanti o sintetiche, per il trattamento o la riduzione del rischio di malattie cardiache. In particolare, l’invenzione riguarda la protezione del cuore dallo sviluppo di insufficienza cardiaca preservando la vitalità delle cellule muscolari cardiache. Le condizioni per le quali i medicinali sono efficaci comprendono, a titolo esemplificativo, l’ischemia cardiaca (infarto del miocardio e danno da riperfusione), danno tossico cardiaco e cardiomiopatia di origine genetica.

Possibili Applicazioni

  • Settore farmaceutico;
  • Cardiovascolare;
  • Terapia cardioprottettiva.

Vantaggi

  • Nuovo farmaco in un mercato (cardiovascolare) che non ha nuovi farmaci dagli anni ’90;
  • Farmaco biologico, azione fisiologica e altamente specifica;
  • I fattori secreti possono essere trasformati in famarci biologici iniettabili (senza necessità di rilasciare geni usando vettori virali).