Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

Dispositivo per la riabilitazione degli arti

Informatica TsdRiabilitazioneRiabilitazione artiRobotica interattiva

Introduzione

La terapia riabilitativa degli arti superiori nei pazienti affetti da disabilità motorie post-ictus può essere eseguita da un macchinario robotizzato a supporto del lavoro svolto dal fisioterapista. Questo dispositivo portatile è poco ingombrante e leggero, in grado di compiere movimentazioni tridimensionali degli arti in maniera interattiva, registrare e monitorare i parametri fisici (forze, velocità) e biometrici dell’esercizio, modulare grazie ad un apposito software la difficoltà dell’esercizio, tenendo alta la concentrazione, configurandosi così come un dispositivo smart capace di rispondere autonomamente alle esigenze del paziente.

Caratteristiche Tecniche

I robot per la terapia riabilitativa degli arti superiori nei pazienti post-ictus sono caratterizzati da ingombro e peso eccessivi, alcuni necessitano di una installazione fissa, con costi elevati oltre a presentare un complesso schema costruttivo e un difficile impiego durante la fase riabilitativa, rappresentando un ostacolo nello svolgimento degli esercizi richiesti dagli specialisti.  L’invenzione è costituita da un robot portatile in grado di compiere una movimentazione tridimensionale degli arti; una centralina di controllo per la gestione dell’elettronica (motori e sensori) e un software in grado di gestire il dispositivo e le applicazioni grafiche per gli esercizi. Il robot ha un’architettura DELTA, la zona in cui viene poggiato l’arto è sensorizzata ed è in grado di acquisire il carico tridimensionale che imprime l’arto, al contrario dei sistemi esistenti. Il paziente può compiere tutti i movimenti nello spazio di lavoro, assistito dal robot nel seguire una traiettoria o eseguendo movimenti liberi con alleggerimento del peso. La registrazione dei parametri fisici e biometrici consente di stilare una cartella clinica virtuale e assegnare uno score alla seduta. Utilizzando due dispositivi, paziente e terapista potranno compiere una terapia a distanza condividendo i feedback attraverso il robot, caratteristica che i sistemi attuali non posseggono.

Possibili Applicazioni

  • Applicazione nel campo della riabilitazione (clinica o a domicilio) dei pazienti post-ictus, anziani e su arti traumatizzati;
  • Mantenimento delle funzionalità motorie;
  • Campagne di acquisizione dati;
  • Analisi dei dati per la prevenzione/valutazione;
  • Controllo remoto e telemonitoraggio.

Vantaggi

  • Riabilitazione/esercizio domestico;
  • Possibilità di esercitarsi in qualsiasi momento della giornata in un clima familiare e confortevole;
  • Acquisizione di dati oggettivi per diagnosi e prevenzione di patologie;
  • Diminuzione dei tempi morti e di trasporto ed aumento dei tempi di autotrattamento.