• Metodo per la costruzione di un elemento ottico a incidenza radente ed elemento ottico ottenuto con tale metodo

Contatta direttamente l'ente di riferimento per sapere di più su questa tecnologia.

Contattaci

Informazioni sul brevetto

Proprietari del brevetto

INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica

Media Lario srl

Numero di priorità

Data di priorità

Stato del brevetto

Licenza

TRL

4

Parole chiave

Analisi Sensoriale

Team di ricerca | Inventori

Accediper visualizzare i dati

Scarica la presentazione del progetto

Accediper scaricare il PDF

Metodo per la costruzione di un elemento ottico a incidenza radente ed elemento ottico ottenuto con tale metodo

Sistemi Ottici

Introduzione

Gli specchi per raggi X adottano una configurazione radente per massimizzare la riflettività, cruciale oltre un angolo "critico". La geometria Wolter, come quella di tipo I, utilizza superfici coniche combinate per due riflessioni. La costruzione tradizionale modulare comporta spessori sottili e microrugosità inferiori al nanometro. Il brevetto propone un metodo innovativo per superare queste limitazioni.

Looking for

Il titolare di questo brevetto è attualmente in cerca di:

Internazionalizzazione

Caratteristiche tecniche

Il metodo prevede l'uso di un mandrino o master di replica pseudo-cilindrico, la cui superficie esterna è stata lavorata in modo tale da rappresentare il profilo negativo dello specchio per raggi X da realizzare. Esso viene lavorato ad alta precisione, ad esempio utilizzando metodologie di tornitura al diamante, ma non necessita di lappatura per ottenere una superficie a bassa microrugosità superficiale. Il passo successivo prevede l’utilizzo di foglio di vetro molto sottile (una frazione di 1 mm), dotato di per sé di un’ottima microrugosità superficiale che avvolge il mandrino e viene fatto aderire opportunamente tramite processo di suzione a vuoto. Viene poi applicato il un rinforzo di fibra di carbonio. Questo processo crea un guscio monolitico in fibra di carbonio e vetro realizzato per replica a freddo, il che elimina la necessità di strutture segmentate e semplifica il processo produttivo in quanto non è necessario effettuare lappature della superficie per ottenere bassa rugosità.

Possibili applicazioni

  • Produzione di specchi per telescopi spaziali in astronomia in raggi X
  • Maggiore precisione dimensionale, ridotta rugosità e maggiore efficienza ottica rispetto agli approcci tradizionali
  • Tecnica realizzativa è semplificata e industrializzabile

Vantaggi

  • L’elemento ottico risultante è monolitico, e non composto di varie segmenti
  • Le prestazioni aspettate in termini di risoluzione angolare sono molto buone pur essendo gli specchi molto sottili e leggeri
  • Le prestazioni sono superiori ad altre metodologie di produzione, avendo ridotta rugosità ottenuta senza dovere lappare le superfici ottiche
patents-cta

Registratevi per ottenere l'accesso completo a questo e ad altri brevetti pubblicati disponibili sulla nostra piattaforma.

Registrati