• INIBITORI NATURALI DELL’ESPRESSIONE DEL GENE BATTERICO HrpA1 DI PSEUDOMONAS SYRINGAE PV. ACTINIDIAE

Contatta direttamente l'ente di riferimento per sapere di più su questa tecnologia.

Contattaci

Informazioni sul brevetto

Proprietari del brevetto

Università degli Studi di Verona

Regione Veneto

Numero di priorità

Data di priorità

Stato del brevetto

Licenza

TRL

4

Necessità di finanziamento

€ 50K - 200K

Parole chiave

Antiparassitari, Malattie delle piante, Antibatterici

Team di ricerca | Inventori

Accediper visualizzare i dati

Scarica la presentazione del progetto

Accediper scaricare il PDF

INIBITORI NATURALI DELL’ESPRESSIONE DEL GENE BATTERICO HrpA1 DI PSEUDOMONAS SYRINGAE PV. ACTINIDIAE

Nuovi Farmaci E Terapie

Introduzione

L’invenzione riguarda il campo di farmaci antibatterici e più specificamente molecole che possono inibire l’espressione di geni cruciali di virulenza di batteri fitopatogeni. L’invenzione propone composti e metodi per combattere malattie vegetali, in particolare il batterio Pseudomonas syringae pv. actinidiae in piante, più specificamente in piante di kiwi, per ridurre l’uso di rame o altri composti chimici di sintesi. Questa invenzione inoltre apre la strada al possibile uso di queste molecole in formulazioni innovative di fitofarmaci in grado di inibire la virulenza batterica.

Looking for

Il titolare di questo brevetto è attualmente in cerca di:

Partner industriale
Licenza

Caratteristiche tecniche

Diverse specie batteriche che appartengono al genere Pseudomonas spp. possono causare malattie in piante di diverse famiglie, dagli ortaggi ad alberi da frutto, a piante ornamentali. Mezzi di controllo includono l’uso di composti di rame, agenti per il biocontrollo e altri biostimolanti di difese vegetali, ma nessuno di questi metodi risulta risolutivo. L’invenzione si pone lo scopo di proporre composti e metodi per combattere malattie vegetali, in particolare il batterio Pseudomonas syringae pv. actinidiae in piante, più specificamente in piante di kiwi, che superino i suddetti problemi e che in particolare non facciano uso di rame o di altri composti chimici di sintesi. Lo scopo viene raggiunto da una serie di composti che hanno dimostrato di poter inibire l’attivazione de sistema secretorio di tipo III (TTSS) e di conseguenza la traslocazione alla cellula vegetale di fattori di virulenza nel batterio in studio

Possibili applicazioni

  • L’invenzione propone composti e metodi per combattere malattie vegetali (in particolare con riferimento a piante di kiwi)
  • L’invenzione prevede la realizzazione di un composto per l’uso come fitofarmaco
  • Si apre la strada a possibili formulazioni innovative di fitofarmaci in grado di inibire la virulenza batterica

Vantaggi

  • ridotto impatto ambientale
  • utilizzo di molecole facilmente recuperabili sul mercato
  • limitazione della patogenicità batterica
  • ridotta o nulla probabilità di sviluppo di resistenze al fitofarmaco nella popolazione batterica
patents-cta

Registratevi per ottenere l'accesso completo a questo e ad altri brevetti pubblicati disponibili sulla nostra piattaforma.

Registrati