• Dispositivo per analisi neurofisiologica in ambito di endoscopia neurochirurgica

Contatta direttamente l'ente di riferimento per sapere di più su questa tecnologia.

Contattaci

Informazioni sul brevetto

Proprietari del brevetto

Università degli Studi di Verona

Numero di priorità

Data di priorità

Stato del brevetto

Licenza

TRL

4

Necessità di finanziamento

€ 200K - 500K

Parole chiave

Neurofisiologia, Endoscopia, Chirurgia

Team di ricerca | Inventori

Accediper visualizzare i dati

Scarica la presentazione del progetto

Accediper scaricare il PDF

Dispositivo per analisi neurofisiologica in ambito di endoscopia neurochirurgica

Apparecchiature Mediche | Dispositivi Medici

Introduzione

La presente invenzione è relativa ad un dispositivo per analisi neurofisiologica in ambito di endoscopia neurochirurgica e ad un gruppo endoscopico comprendente il dispositivo e un endoscopio. In particolare, il dispositivo comprende un elemento sensibile che è di tipo rigido o elastico, è realizzato tramite un elettrodo monopolare o bipolare, ed è inseribile in un canale di lavoro dell’endoscopio, anch’esso di tipo rispettivamente rigido o elastico.

Looking for

Il titolare di questo brevetto è attualmente in cerca di:

Partner industriale
Licenza

Caratteristiche tecniche

Il brevetto si inserisce nell’ambito della neurofisiologia intraoperatoria, un settore di ricerca in neurochirurgia in fase di rapida diffusione e sviluppo perché permette, con la registrazione e la stimolazione di specifiche strutture nervose di un paziente, di guidare le azioni di un neurochirurgo riducendo i rischi di danni funzionali e consente di fornire alcune importanti valutazioni prognostiche. La tecnologia brevettata consente di innovare le modalità con cui effettuare una mappatura e il monitoraggio neurofisiologico intraoperatorio consentendo di localizzare con precisione le aree funzionali non solo della corteccia cerebrale, ma anche della sostanza bianca sottocorticale, e di analizzare in tempo reale le funzioni neurologiche durante l'intervento chirurgico, riducendo al minimo il rischio di danneggiamenti neurologici.

Possibili applicazioni

  • Le procedure endoscopiche si sono rivelate fra le migliori strategie per raggiungere regioni profonde del cervello e per lavorare su di esse attraverso craniotomie poco invasive
  • Le principali applicazioni sono nella chirurgia dei ventricoli cerebrali, che tramite queste tecnologie possono essere facilmente ispezionati
  • Mappatura e monitoraggio neurofisiologico intraoperatorio finalizzato a localizzare con precisione le aree funzionali della corteccia cerebrale

Vantaggi

  • Innovazione nella analisi neurofisiologica in ambito di endoscopia neurochirurgica
  • Riduce i rischi di danni funzionali e massimizza la sicurezza del paziente
  • Consente di fornire alcune importanti valutazioni prognostiche
  • Minimizza l'invasività dell’intervento chirurgico
patents-cta

Registratevi per ottenere l'accesso completo a questo e ad altri brevetti pubblicati disponibili sulla nostra piattaforma.

Registrati