Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

SISTEMA DI RILEVAMENTO DI MASSE TUMORALI BASATO SULLA RISONANZA MAGNETICA PER IMMAGINI

Diagnosi Assistita dal Computer (CAD)Machine learningMedicina personalizzataRisonanza magneticaTechShareDay-d2w2Tumore prostatico

Introduzione

Il sistema CAD (computer aided diagnosis) riconosce in maniera completamente automatica aree sospette per presenza di tumore alla prostata a partire da immagini di risonanza magnetica. Esso inoltre permette di predire l’aggressività di tali aree in modo da supportare non solo i radiologi in fase di refertazione ma anche urologi e/o oncologi nella pianificazione del trattamento migliore per ciascun soggetto.

Caratteristiche Tecniche

Il CAD è costituito da un’interfaccia grafica che permette la visualizzazione di differenti immagini di risonanza magnetica che potranno essere visualizzate contemporaneamente grazie al riallineamento automatico delle sequenze. L’utente ha la possibilità di attivare e disattivare la visualizzazione di una mappa colorimetrica automaticamente elaborata dal CAD che, ad ogni pixel, attribuisce tonalità variabili tra il rosso (alta probabilità) e il blu (bassa probabilità) in base alla probabilità di presenza del tumore. Per ogni area sospetta il CAD fornisce anche l’indicazione del PIRADS e un indice di probabilità legato alla maggiore o minore aggressività del tumore. Il medico può quindi valutare questi ed altri parametri quantitativi e/o dimensionali per ogni area sospetta o di nuove aree manualmente delineate e, sulla base di queste informazioni, il sistema crea in automatico il referto strutturato.

Possibili Applicazioni

  • Supporto alla diagnosi per l’individuazione dei tumori da parte dei medici radiologi;
  • Gestione dei pazienti in sorveglianza attiva grazie al monitoraggio delle variazioni del volume del carcinoma prostatico e dei relativi parametri funzionali;
  • Strumento di guida per effettuare biopsie target mediante ultrasuoni o risonanza magnetica.

Vantaggi

  • Aumento significativo della sensibilità e della specificità dei radiologi nell’identificazione dei carcinomi prostatici;
  • Sostanziale riduzione dei tempi di refertazione;
  • Possibilità di fornire una second-opinion al radiologo, soprattutto nei piccoli centri in cui non è presente una forte esperienza nell’analisi delle immagini di risonanza magnetica prostatica;
  • Migliore selezione dei pazienti da sottoporre a biopsia, in modo da ridurre il numero di biopsie non necessarie;
  • Possibilità di utilizzare il CAD per guidare le biopsie, riducendo il numero di prelievi bioptici e aumentando la precisione nella valutazione dell’aggressività.