Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

Segnalatore stradale di velocità di aquaplaning

Limiti di velocitàSegnalazione rischioSicurezza stradaleVelocità di aquaplaning

Introduzione

L’invenzione consiste in un sistema che, attraverso la misura in tempo reale della pioggia che sta cadendo e la conoscenza delle caratteristiche della strada dove è installato, consente di calcolare la corrispondente velocità di aquaplaning e di segnalare agli automobilisti la velocità che in quel luogo e nelle condizioni del momento consentono di viaggiare in completa
sicurezza.

Caratteristiche Tecniche

Il segnalatore stradale della velocità di aquaplaning (SSVA), oggetto della proposta, è costituito dai seguenti elementi principali: 1) un misuratore di pioggia; 2) un dispositivo elettronico digitale; 3) un pannello luminoso; 4) una batteria; 5) un pannello solare.
Opportunamente assemblati e collegati i suddetti elementi consentono di compiere in adeguata sequenza le seguenti operazioni: 1) misurazione della pioggia in tempo reale; 2) sulla base della pioggia rilevata, calcolo della lama d’acqua formatasi sulla specifica carreggiata stradale che si trova in prossimità del SSVA; 3) sulla base dell’altezza della lama d’acqua, determinazione della corrispondente velocità di aquaplaning di un autoveicolo; 4) sulla base della velocità di aquaplaning determinata, segnalazione luminosa della velocità di sicurezza consigliata.

Possibili Applicazioni

  • Diffuso utilizzo su tutte le strade a scorrimento veloce (autostrade e superstrade);
  • Possibile installazione in tratti della rete stradale secondaria caratterizzati da elevato rischio di aquaplaning (ad es. prima di curve pericolose);
  • Se integrato con un semplice termometro potrebbe segnalare anche la possibile formazione di ghiaccio.

Vantaggi

  • Diminuzione rischio di incidente per aquaplaning in specifici tratti stradali;
  • Nel caso di piogge intense, incremento della sicurezza;
  • Nel caso di piogge poco intense, risparmio di inutili perdite di tempo;
  • Possibilità di cedere i dati di pioggia a chiunque interessato, con condivisione dei costi di gestione delle apparecchiature.