Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

PTEN IHC COME PREDITTORE DELLO STATO DEL MISMATCH REPAIR NEL TUMORE AL SENO

Carcinoma mammarioImmunoterapiaPTENValutazione MMR & MSI

Introduzione

Protocollo di laboratorio e un algoritmo diagnostico per la selezione di pazienti affette da cancro al seno eleggibili per l’immunoterapia. Questa tecnologia è specifica per il tumore al seno e utilizza un singolo clone di anticorpi monoclonali contro la PTEN, con una diluizione definita e metodi di recupero dell’antigene come analisi di primo livello. Uno specifico punteggio (score) è stato sviluppato per il cancro al seno: se l’espressione della PTEN viene dimostrata utilizzando questo metodo, è possibile evitare indagini successive nella selezione delle pazienti con carcinoma mammario per l’immunoterapia.

Caratteristiche Tecniche

La maggior parte dei tumori al seno (⁓71%) presenta un sistema del mismatch repair (MMR) intatto (pMMR) ma l’espressione delle proteine legate al ​​MMR mostra elevati livelli di eterogeneità intra-tumorale (⁓13%). Dato che queste neoplasie con espressione eterogenea sono dal punto di vista clinico sovrapponibili a quelle pMMR, la perdita di queste proteine ​​non significa necessariamente che il tumore abbia un deficit del MMR (dMMR). La FDA consente l’uso di pembrolizumab (un agente immunoterapeutico che blocca l’asse PD1/PD-L1) in tutti i tumori dMMR, indipendentemente dal tipo istologico di tumore. Ad oggi non sono disponibili test specifici per valutare lo stato del MMR nel tumore al seno. A oggi queste analisi vengono effettuate con test diversi e sviluppati localmente nei singoli laboratori di anatomia patologica, come per esempio l’immunoistochimica (IHC) per le quattro proteine MMR (MLH1, MSH2, MSH6 e PMS2), o test surrogati, come l’analisi dell’instabilità dei microsatelliti (MSI). Tuttavia, nel tumore al seno il test MMR IHC e MSI non danno esiti sovrapponibili, quest’ultima analisi è infatti insufficiente per queste pazienti. L’espressione del PTEN è omogenea nel carcinoma della mammella ed è fortemente correlata allo stato MMR.

Possibili Applicazioni

  • Test complementare per la selezione di pazienti con carcinoma mammario eleggibili per l’immunoterapia.

Vantaggi

  • Preciso ed economico: test specifico per il tumore al seno, richiede solo una singola analisi;
  • Rapido: non necessita di un’ulteriore valutazione MMR e MSI se il test risulta positivo;
  • Affidabile: numero inferiore di falsi positivi rispetto al test MMR IHC e di falsi negativi rispetto al test MSI;
  • Alta sensibilità: può essere eseguito anche in campioni di piccole dimensioni (ad esempio biopsie, campioni citologici) senza comprometterne l’efficacia diagnostica.