Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

PROCEDIMENTO OZONIZZAZIONE DI OLIO VEGETALE

CosmesiDermatologiaOlioOzonoVeterinaria

Introduzione

La procedura di ozonizzazione dell’olio extravergine d’oliva, descritta nel presente brevetto, consente di ottenere un prodotto di alta qualità e stabile nel tempo. Le basse temperature ed il campo magnetico oltre a migliorare l’efficienza del processo produttivo, permettono di accorciare i tempi di lavorazione e di conseguenza abbassare i costi di produzione.

Caratteristiche Tecniche

Il presente brevetto di processo descrive un protocollo di ozonizzazione applicabile a tutti gli oli vegetali, ed in particolar modo all’olio extra vergine d’oliva. Il processo messo a punto consente,grazie al monitoraggio della temperatura, di preservare le molecole antiossidanti contenute nell’olio evo. Il presente brevetto permette di ottenere oli con un basso contenuto di ozonuri ed oli con un alto contenuto di ozonuri. I prodotti ottenuti da questo brevetto trovano quindi un ampio campo di applicazione dermatologica, che risponde alle diverse esigenze a partire da un semplice prodotto con proprietà lenitive ed idratanti, passando per un prodotto con azione cicatrizzante, fino ad un prodotto con azione antibatterica e antimicotica. Un’importante caratteristica del prodotto ottenuto è la stabilità nel tempo.

Possibili Applicazioni

  • Cosmesi: azione idratante e lenitiva;
  • Trattamento di cicatrici: previene i cheloidi; azione anti-cellulite poichè attiva il microcircolo;
  • Settore parafarmaceutico: agisce contro batteri, micosi ed herpes labiale, antinfiammatorio;
  • Veterinaria: testato nel trattamento delle mastiti.

Vantaggi

  • Alti contenuti di ozonuri;
  • Stabilità del prodotto;
  • Rapidità nel rilascio di ossigeno nascente ai tessuti;
  • Ampio spettro d’azione.