Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

MISURARE INTERAZIONI SUB CELLULARI

alta risoluzioneanalisi in vivocelluleorganellisplit GFP

Introduzione

L’efficacia di terapie e trattamenti farmacologici è sempre più spesso valutata attraverso lo studio del loro effetto su parametri cellulari. Questo brevetto fornisce uno strumento in grado di visualizzare in cellule ed in organismi modello in vivo le regioni di contatto e la distanza tra gli organelli, in particolare i mitocondri ed il reticolo endoplasmatico, senza interferire con la loro fisiologia.

Caratteristiche Tecniche

Le interazioni tra organelli sub cellulari sono oggetto di studio in medicina perché rappresentano un parametro importante per valutare l’efficacia di terapie e farmaci. Poiché scambiano tra di loro molecole e sostanze hanno un ruolo fondamentale nel mantenimento dell’omeostasi cellulare e dunque sono anche implicati in processi patologici. Questo brevetto fornisce a ricercatori e laboratori un sistema in grado di analizzare i punti di contatto tra organelli intracellulari che si verificano a distanze inferiori ai limiti di risoluzione di 200nm della microscopia a fluorescenza e confocale. Le sonde fluorescenti sviluppate utilizzano la splitGFP (Green Fluorescent Protein, modificata) e consentono di visualizzare i contatti che si verificano a distanze comprese tra 10 e 100 nm. A differenza della microscopia SEM, questo sistema ha il vantaggio di poter essere utilizzato in campioni in vivo e in organismi modello in toto, per seguire in tempo reale l’influenza di farmaci o sostanze sulle interazioni.

Possibili Applicazioni

  • Quantificazione dei punti di contatto e misura delle distanze tra organelli sub cellulari.

Vantaggi

  • Risoluzione adatta alla misurazione di distanze sub cellulari (10-100nm);
  • Possono essere effettuate misurazioni anche su cellule vive ed in organismi modello in toto.