Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

Metodo per il recupero di palladio

Acque reflueCloud Point ExtractionESTECHEstrazione selettiva palladioRAEERecupero del PalladioRiciclaggio

Introduzione

Estrazione efficiente e selettiva del Pd (II) da soluzioni acquose multimetalliche derivanti da lisciviazione di rifiuti Hi-Tech o da acque di scarico di processi industriali. Il processo avviene mediante Cloud Point Extraction e si basa sull’azione di un legante “verde” disciolto in una piccola quantità di tensioattivo non ionico e successivo recupero del Pd in forma di complesso metallico dalla fase tensioattivo.

Caratteristiche Tecniche

Questo brevetto punta a fornire una soluzione sostenibile allo stadio di estrazione selettiva del palladio da soluzioni diluite e complesse, quali le acque di scarico di processi industriali o le soluzioni derivanti dal trattamento chimico non selettivo di materiali solidi contenenti metalli (minerale o materia prima seconda, ad es., rifiuti Hi-Tech). A fronte dei metodi di estrazione con solvente, che usano grandi quantità di solventi organici volatili e richiedono notevoli passaggi, in questa invenzione il palladio (II) può essere estratto selettivamente e quantitativamente per contatto tra la soluzione multimetallica e una piccola quantità di tensioattivo non ionico contenente il legante selezionato, innalzando la temperatura fino a superare il punto di intorbidimento. Il complesso di Pd ottenuto dall’interazione col legante si concentra nella fase di tensioattivo e da essa può facilmente essere recuperato.

Possibili Applicazioni

  • Recupero del palladio da acque di scarico multimetalliche;
  • Riciclo selettivo del palladio da soluzioni di lisciviazione di materie prime seconde come catalizzatori auto esausti o RAEE;
  • Concentrazione dell’elemento pregiato da soluzioni diluite.

Vantaggi

  • Estrazione selettiva del Pd da un sistema acquoso complesso;
  • Basso impatto ambientale;
  • Basso costo;
  • Evita l’uso di grandi quantità di solventi organici volatili;
  • Impiego di piccole quantità di tensioattivo;
  • Elevata efficienza che limita il n. di stadi di estrazione.