Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

MAGNETOMETRO DI PRECISIONE

MagnetometroRadiofrequenzaRisonanza Magnetica NucleareRivelatore campo magnetico

Introduzione

In modo simile ad una misura di Electron Paramagnetic Resonance (EPR), un materiale può essere magnetizzato ed eccitato per misurare la presenza di deboli campi AC. Accoppiandolo ad un risuonatore si può aumentare molto la sensibilità a campi magnetici in radiofrequenza. Lo studio di materiali e risuonatori adeguati permetterà di sviluppare una nuova classe di magnetometri con sensibilità inferiori al fT/√Hz  a temperatura ambiente.

Caratteristiche Tecniche

La rivelazione di campi magnetici molto deboli è una continua sfida tecnologica, motivata dalle numerose applicazioni dei magnetometri. Lo SHRIMP è un magnetometro che incorpora il funzionamento a temperatura ambiente, alta frequenza di lavoro e semplicità di implementazione, rendendolo utile per svariate applicazioni. Il limite di sensibilità di questo strumento risulta pari o superiore a quello del presente stato dell’arte dei magnetometri. Il principio di lavoro è basato sulla modulazione di campo solitamente usata per la misura di risonanze di spin elettronico. Per migliorare la sensibilità, il materiale magnetico può essere accoppiato ad un risuonatore, come un modo a microonde di una cavità risonante. Si possono studiare numerose realizzazioni di questo oggetto, dipendentemente dalle applicazioni, che vanno dalla rivelazione di segnali di risonanza magnetica nucleare (NMR) alla fisica fondamentale.

Possibili Applicazioni

  • Campo medico, particolarmente indicato per risonanze magnetiche nucleari;
  • Ricerca scientifica, dove la sensibilità è fondamentale;
  • Scienza dei materiali, per la caratterizzazione di proprietà magnetiche;
  • Esplorazione geologica;
  • Campo militare, per lo sviluppo di radar magnetici.

Vantaggi

  • Sensibilità estremamente spinta;
  • Possibilità di impiego sia a temperatura ambiente che criogenica, mantenendo sensibilità spinte;
  • Compattezza e solidità strutturale;
  • Adattabilità e variabilità a seconda dell’applicazione;
  • Semplicità di utilizzo.