Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY

+39 011 090 6100 info@tech-share.it

Il glicerofosfoinositolo come antisettico

anti-infiammatoriofattore tissutaleglicerofosfosopositolilipopolisaccaridisepsi

Introduzione

L’ invenzione si riferisce a glicerofosfoinositoli (GPIS) e loro derivati per utilizzo nel trattamento di patologie associate ad attività del fattore tissutale attivato da Lipopolisaccaride, quali patologie indotte da elevata batteriemia come lo shock settico.

Caratteristiche Tecniche

La sepsi è una risposta sistemica avversa alle infezioni, che comporta bassa pressione sanguigna, battito cardiaco accelerato e respirazione, febbre, disfunzione d’organo con circolazione sanguigna compromessa. Si può verificare in risposta ad infezioni di batteri, funghi e virus, o in seguito alla secrezione di tossine. Tuttavia si verifica  per lo più in risposta ai lipopolisaccaridi (LPS), costituenti principali della parete cellulare dei batteri Gram negativi e fondamentali per la struttura e l’integrità della loro membrana. I glicorofostatoinositoli sono composti naturali che regolano diverse funzioni cellulari. Gli autori del brevetto dimostrano il loro uso per limitare le risposte pro-infiammatorie e pro-trombotiche nei monociti umani stimolati con LPS. Contrastando infatti le caratteristiche immunopatologiche dei LPS, regolano  negativamente l’espressione dei geni pro-inflammatori e pro-trombotici, causa di sepsi.

Possibili Applicazioni

  • Trattamento e prevenzione o riduzione della gravità di un sintomo di sepsi, sepsi grave, shock settico indotto da lipopolissacaridi di batteri gram negativi e comprendente sintomi come disturbi della coagulazione e / o disseminazione della coagulazione intravascolare.

Vantaggi

  • GPIs sono sostanze naturali, non tossiche, idrosolubili, permeabili (tramite permeasi) alla membrana plasmatica;
  • Sono facilmente ottenibili per sintesi o estrazione;
  • Sono piccole molecole, che ben rispondono alle richieste della farmacologia moderna.